Più internet per l’agricoltura italiana: la Gal Italia crede nella combinazione tra tecnologia e rapporto diretto

foto63Numerose ricerche degli ultimi anni dimostrano che rivenditori e aziende agricole italiane utilizzano internet con una certa costanza; da più parti si comincia  a parlare di “contadini 2.0” e di boom di aziende agricole conquistate dalla rete nell’ultimo decennio.  I dati statistici testimoniano che moltissime aziende agricole italiane utilizzano un software gestionale per le attività amministrative, per gli acquisti e le vendite; molte hanno un sito internet aziendale e un consistente numero intende investire nella creazione/ammodernamento dello strumento “web”. Molti imprenditori agricoli considerano internet un interessante canale di vendita e di dialogo con i consumatori oltre che uno strumento per informarsi. Alcuni sperimentano l’esperienza del commercio in rete creando negozi virtuali grazie ai quali gli acquirenti possono guardare le offerte della campagna stando comodamente seduti sul divano di casa e acquistare con un semplice click. Tale orientamento è stato fotografato dall’Istat in occasione dell’ultimo Censimento Generale dell’Agricoltura 2010. A livello nazionale i numeri non sono elevati, ma il trend è chiaro. I dati indicano che sono ancora poche le aziende italiane informatizzate e che usano la rete: l’Istat ne ha rilevate poco meno di 61.000, pari al 3,8% delle censite. Tuttavia, la situazione appare piuttosto differenziata nelle diverse ripartizioni geografiche: la quota raggiunge i livelli massimi nel Nord-ovest (10,9%) e nel Nord-est (8,1%), mentre tocca i valori minimi nelle Isole (2,0%) e nel Sud (1,3%). Tra le Regioni spiccano i valori elevati della Lombardia (15,3%) e delle due Province autonome di Bolzano (14,9%) e Trento (11,4%). Nell’ultimo decennio, tuttavia, sono raddoppiate le aziende che utilizzano gli strumenti informatici; è aumentato di due volte e mezzo il numero delle aziende che utilizzano l’informatica per la gestione di servizi amministrativi e per la gestione delle coltivazioni e degli allevamenti; è quintuplicato il numero di aziende agricole che hanno un sito Internet, é addirittura aumentato di circa sette volte il numero di aziende che utilizzano la rete per l’acquisto e la vendita dei prodotti. Per la prima volta in Italia si parla di “contadini digitalizzati”; alcuni giovani o donne decidono di passare dal lavoro d’ufficio a quello nei campi mettendo le loro conoscenze e competenze informatiche precedenti al servizio dell’agricoltura e sfruttando le potenzialità delle rete per raggiungere il più alto numero di utenti possibile.

La Gal Italia intende seguire il trend positivo della diffusione del mezzo informatico senza però trascurare il “fattore umano” ossia il contatto diretto. Noi crediamo che la diffusione dei nuovi strumenti tecnologici ci aiuti a snellire alcune procedure nel rapporto con i clienti rendendo più agevoli e veloci alcune operazioni. Il costante aggiornamento dei contenuti del nostro sito web sui nuovi prodotti, ad esempio, consente ai clienti di visionare la caratteristiche tecniche delle nostre merci come primo input al processo di acquisto.

La rete di funzionari su tutto il territorio nazionale, i reparti “Vendita” e “Acquisti & Logistica” restano, tuttavia, sempre disponibili a soddisfare le richieste dei clienti con la cortesia, l’efficienza e la professionalità di sempre. Il nostro team, composto dalle persone che conoscete da anni, sarà sempre più impegnato ad accogliere le vostre richieste in maniera diretta, veloce e personale.

Perché scegliere tra un click e una stretta di mano quando possiamo averli entrambi?

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn