Campolibero: approvato Dl competitività, svolta storica per l’agricoltura secondo il Ministro Martina

foto91Il nuovo Decreto Legislativo sulla competitività, appena  approvato dal Senato, contiene le nuove misure del cosiddetto “Campolibero” che il Ministro Martina definisce “Svolta storica” per l’agricoltura. Martina sostiene che “erano anni che non veniva approvato un pacchetto di azioni coordinato e così consistente per il settore”. Numerose sono le misure su giovani, lavoro, semplificazioni, innovazioni d’impresa, sicurezza e OGM.

Per giovani le novità sono: detrazione per affitto dei terreni al 19% per giovani coltivatori diretti e imprenditori agricoli fino a 35 anni; incentivi all’assunzione di giovani con contratto a tempo indeterminato o determinato di minimo 3 anni, con sgravio di 1/3 della retribuzione lorda.

Sul lavoro in generale, le proposte riguardano: deduzioni Irap per ogni lavoratore assunto con contratto a tempo determinato di almeno 3 anni e per almeno 150 giornate all’anno; rete del lavoro agricolo di qualità contro il sommerso e per promuovere la regolarità delle imprese agricole, certificandone l’attività.

Al via anche le seguenti semplificazioni: registro unico dei controlli; estensione della diffida prima delle sanzioni amministrative pecuniarie; semplificazioni nel settore vitivinicolo.

Nuove misure anche per l’innovazione d’impresa:  credito d’imposta per innovazione e sviluppo di prodotti e tecnologie al 40% degli investimenti fino a 400mila euro; credito d’imposta per nuove reti d’impresa di produzione alimentare al 40% degli investimenti e fino a 400mila euro;  credito d’imposta per l’e-commerce di prodotti agroalimentari al 40% degli investimenti e fino a 50mila euro.

Le principali novità degli emendamenti in Senato: –

• Mutui a tasso zero per nuove imprese agricole under 40 per produzione, trasformazione e commercio di prodotti agricoli;

• Dematerializzazione dei registri aziendali;

• Semplificazioni per contratti di rete e in molti settori tra i quali olio, formaggio e latte, biologico e per agricoltura e zootecnia di montagna;

• Istituzione del Sistema di consulenza aziendale in agricoltura;

• Semplificazione nella gestione e immatricolazione delle macchine agricole attraverso le organizzazioni professionali agricole;

• Apertura società agricola in 60 giorni;

• Sostegno a investimenti in ricerca e innovazione di aziende in contratti di rete;

• Interdizione attività per il reato di contraffazione agroalimentare di prodotti Dop e Igp;

• Estensione dei crediti d’imposta per innovazione, reti di impresa ed e-commerce al settore pesca e acquacoltura.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn