Meteo impazzito nella Primavera-Estate 2014: gravi danni all’agricoltura

foto88Il monitoraggio di Coldiretti sugli effetti del maltempo delle ultime settimane descrive una situazione drammatica. Trombe d’aria, bombe d’acqua, grandine di enormi dimensioni e violenti nubifragi hanno colpito l’Italia negli scorsi giorni. Migliaia di ettari di terreni si sono allagati, raccolti di frutta e verdura distrutti, vigneti e piante sradicati e lesionati, case e capannoni allagate o danneggiate. Abbiamo assistito ad una primavera davvero impazzita, cominciata con un caldo anomalo che ha provocato una precoce maturazione delle colture per poi rovinarle con temporali improvvisi e violenti. Il bilancio della Coldiretti è pesante e riguarda una grande varietà di produzioni dal Veneto alla Lombardia, dalla Romagna all’Emilia anche nella zona di Modena già colpita precedentemente da alluvione e terremoto. Un cenno particolare va al Centro Italia dove la perturbazione è stata particolarmente estesa. L’andamento del 2014 conferma i cambiamenti climatici in atto che si manifestano proprio con sfasamenti stagionali, eventi estremi e precipitazioni brevi ed intense. I danni complessivi all’agricoltura superano il miliardo di euro; nelle campagne sono state avviate le procedure per la richiesta della stato di calamità nei territori colpiti e la Coldiretti ha avviato contatti con le organizzazioni agricole europee per valutare la situazione dei danni.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn